Come confrontare una polizza sulla vita

I prodotti assicurativi, comprese quindi le polizze vita, possono differire tra loro per molti aspetti. Come confrontare quindi prodotti simili per essere certi di scegliere l’assicurazione sulla vita che davvero fa al caso proprio?

Polizze vita a confronto: i parametri comuni

Un primo aspetto da considerare nel confronto tra polizze vita è innanzitutto la tipologia di prodotto che desideriamo paragonare. Spesso nel linguaggio comune si utilizzai il termine generico di polizza sulla vita, ma come è possibile vedere nel dettaglio nelle schede relative presenti su questo sito, i prodotti assicurativi del ramo vita differiscono notevolmente tra loro.

Innanzitutto è bene assicurarsi che il confronto tra assicurazioni vita avvenga quindi su uno stesso prodotto, come ad esempio una polizza vita caso morte o una polizza long term care.

Individuato questo parametro fondamentale ma non banale (non sempre si capisce immediatamente che tipologia di prodotto la compagnia assicuratrice offra), è possibile confrontare le assicurazioni in base ad alcuni parametri comuni.

Confronta Gratis i preventivi online!

ASSICURAZIONE VITA
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVI GRATIS
Logo Allianz1
Con una piccola spesa crei, combinando i moduli, la tua copertura ideale
Logo Genertellife
La prima assicurazione sulla vita che oltre a proteggere i tuoi cari, protegge anche te!

La durata della polizza sulla vita

Un parametro fondamentale da considerare nel confronto è la durata della copertura. Infatti prodotti simili potrebbero differire notevolmente nel premio richiesto semplicemente perché hanno durate diverse.

Nel considerare la durata della polizza si consideri quindi se ci si trova di fronte ad una polizza a vita o di durata temporanea ed in quest’ultimo caso per quanto tempo sia prevista la copertura.

Da tenere presente nel confronto è anche il periodo di latenza, cioè il periodo successivo alla sottoscrizione durante il quale la polizza vita non è ancora valida a tutti gli effetti.

Il profilo dell’assicurato

Anche se sono in vigore regole di massima comuni a tutte le compagnie, un confronto tra polizze vita diverse potrebbe mostrare differenze per quanto riguarda i requisiti del contraente.

Un punto fondamentale da considerare è l’età della persona che sottoscrive il prodotto assicurativo; di norma maggiore è l’età del contraente e maggiore sarà il premio richiesto, in quanto mediamente con l’avanzare dell’età è più probabile che si verifichi il decesso dell’assicurato.

Siccome i premi assicurativi sono sempre soggetti a variazioni in base al profilo dell’assicurato, nel confronto tra polizze vita diverse è sempre consigliato utilizzare lo stesso profilo. Infatti una polizza conveniente per un certo profilo non è detto che lo sia necessariamente anche per un altro.

I casi esclusi dalla copertura e le clausole

In alcune polizze assicurative sulla vita ed in particolare su quelle relative al caso morte, possono essere previste delle clausole che escludono dalla copertura assicurativa profili particolari di persone (ad esempio gli atleti professionisti o i militari) o eventi (come la partecipazione volontaria ad atti di tipo doloso).

Queste, come le altre clausole contenute nei contratti, dovrebbero essere tenute in considerazione per essere certi di avere un corretto confronto tra le polizze vita.

Le penali in caso di riscatto

Non sempre è possibile continuare a versare i premi assicurativi pattuiti, per i motivi più svariati. Prima di sottoscrivere un contratto sarebbe buona norma paragonare tra loro le penali previste in caso di riscatto ed in particolar modo quanto le penali possano effettivamente influire sul capitale del quale si richiede la restituzione.

Il confronto in alcuni prodotti specifici

Vediamo ora quali altri parametri devono essere tenuti in considerazione nel confrontare specifiche categorie di prodotti assicurativi.

Le assicurazioni sulla vita rivalutabili

Nel confrontare questo particolare tipo di assicurazione sulla vita (qui maggiori informazioni) è fondamentale verificare se sia compresa o meno la garanzia di restituzione del capitale al termine del contratto o se questo sia soggetto all’andamento del fondo nel quale il premio assicurativo viene depositato.

Anche se spesso il capitale è garantito, è bene confrontare anche il rendimento minimo assicurato dalla compagnia. Inoltre talvolta questo tipo di assicurazione comprende anche il caso morte: in questo caso bisogna individuare quali siano le coperture del caso; ad esempio la copertura potrebbe essere indipendente dalla durata del contratto o legata al periodo di validità dello stesso (cioè un’assicurazione caso morte temporanea).

Nel confronto da non sottovalutare è anche la quota percentuale trattenuta dall’assicurazione a titolo di costo di gestione e quanto questa incida sulla percentuale di rendita garantita.

Le assicurazioni caso morte

Nelle assicurazioni caso morte è importante confrontare innanzitutto il capitale massimo assicurato. Inoltre le polizze possono differire tra loro per la presenza o meno di un’assicurazione aggiuntiva sugli infortuni che in alcuni casi aumenta significativamente il premio corrisposto in caso di decesso (un esempio tipico è quello della morte per incidente stradale).

Un ultimo consiglio per valutare con attenzione le diverse polizze sulla vita: prendersi tutto il tempo necessario per leggere con attenzione i fogli analitici di ogni prodotto, chiedendo eventualmente spiegazioni per le parti di difficile comprensione o per i contenuti non presenti nelle informazioni fornite. Le assicurazioni sulla vita rappresentano investimenti importanti e talvolta rischiosi, e per questo motivo devono essere valutate con la dovuta considerazione.

Le Offerte Assicurative Cambiano Quotidianamente. Non Lasciartele Scappare!
Migliore Offerta di Oggi