Assicurazioni Vita: Guida Online alla Scelta

L’assicurazione vita è una formula contrattuale stipulata fra due soggetti che ha come scopo quello di garantire, al verificarsi di determinati eventi, il versamento di una rendita comprensiva degli interessi maturati sino a quel momento ad uno o più beneficiari stabiliti. Ciò significa che l’obiettivo del contraente è quello di garantire, in caso di sua morte prematura, una vita serena dal punto di vista economico al soggetto indicato come beneficiario.

ASSICURAZIONE VITA
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVI GRATIS
Logo Allianz1
Con una piccola spesa crei, combinando i moduli, la tua copertura ideale
Logo Genertellife
Con il Care Program riceverai un check up gratuito e uno sconto del 10%

 Le figure coinvolte in un contratto di assicurazione sulla vita sono essenzialmente tre, ma in alcuni casi possono anche essere quattro: il contraente, ovvero colui che materialmente stipula il contratto e che corrisponde a chi versa il premio mensilmente; la società assicurativa, ovvero la compagnia che assicura un soggetto in caso di morte o di altri eventi previsti all’interno del contratto; l’assicurato, che solitamente corrisponde al contraente, ma può esservi anche distinto, in ogni caso è il soggetto che sul contratto viene assicurato contro determinati accadimenti; il beneficiario, ovvero un soggetto terzo, che in caso del verificarsi degli eventi previsti dal contratto sarà legittimato a ricevere la rendita stabilita ed i relativi interessi.

 Dopo aver sottoscritto il contratto, e avendo chiarito chi sono gli attori che vi partecipano, il contraente ha facoltà di decidere come corrispondere il premio. Premio Unico: si definisce in questo modo il versamento unico della somma totale da corrispondere alla compagnia assicurativa per avere la copertura stabilita nel contratto. Premio ricorrente: si indica così il versamento rateale della somma totale prevista dal contratto. Premio unico ricorrente: è la modalità che prevede il versamento di una somma definita in date stabilite nel contratto, ad esempio una o due volte all’anno.

Sul mercato esistono tre tipologie di polizze vita: la polizza caso vita, la polizza caso morte e la polizza mista. La polizza caso vita prevede che la compagnia assicurativa si impegni verso un contraente, corrispondendo una rendita nel caso in cui al termine del contratto egli sia ancora in vita. A differenza di questa assicurazione vita, la polizza caso morte ha ragione d’essere nel caso in cui l’assicurato muoia prematuramente; in questa evenienza il beneficiario potrà godere del capitale che il contraente ha stabilito con la società assicurativa in fase di contratto. In ultimo la polizza vita mista contiene elementi di entrambe le tipologie di assicurazione vita precedenti: il capitale viene corrisposto alla conclusione del contratto al contraente, se è ancora in vita, oppure in caso di suo decesso prematuro ad un beneficiario stabilito precedentemente.

Guide in Evidenza

Le polizze caso vita

Cos’è una polizza caso vita ed a chi è destinata? Quali sono le sue caratteristiche...