Quale assicurazione sulla vita scegliere?

Non tutte le persone sono uguali, così come diverse sono le esigenze individuali in fatto di protezione.

Vediamo quindi come scegliere un’assicurazione vita, in base alle caratteristiche più comuni di queste ultime ed alle possibili necessità personali (rimandando al singolo prodotto o alla singola tipologia per i dettagli più specifici).

Le polizze vita caso morte

Scegliere una polizza vita caso morte significa assicurare ai propri cari un introito nel caso di decesso.

Questo tipo di polizza è solitamente sottoscritta dalle persone che hanno ad esempio un’uscita fissa mensile (il caso più tipico è quello del mutuo), alla quale difficilmente i famigliari riuscirebbero a far fronte, nel caso di scomparsa del maggiore percettore di reddito o quando la persona sia assicurata sia quella che percepisce il maggior reddito del nucleo famigliare.

Questo tipo di polizza prevede solitamente il versamento di un premio con rata costante (tipicamente annuale). Nel caso di decesso del sottoscrittore, la compagnia versa alla persona designata la cifra pattuita in fase di firma del contratto.

Nell’eventualità in cui l’evento assicurato (in questo caso la morte) non si verifichi entro la data di scadenza della polizza, i premi assicurativi versati vengono trattenuti dalla compagnia assicuratrice.

Confronto preventivi on line

ASSICURAZIONE VITA
VOTO / VANTAGGI
CALCOLO PREVENTIVI GRATIS
Logo Allianz1
Con una piccola spesa crei, combinando i moduli, la tua copertura ideale
Logo Genertellife
La prima assicurazione sulla vita che oltre a proteggere i tuoi cari, protegge anche te!

Le polizze vita caso vita

Diversamente dal caso precedente, le polizze vita dette caso vita, prevedono invece il versamento di un premio con scadenze fisse per tutta la durata della vita del sottoscrittore.

Questo tipo di polizza è indicata per chi, in caso di decesso, vuole garantire ai famigliari di poter usufruire della cifra investita in caso di scomparsa.

Diversamente dalle polizze morte, le polizze caso vita corrispondono ad un investimento di lungo periodo. Nonostante ciò, è solitamente possibile richiedere in anticipo il riscatto delle quote investite, con un corrispettivo variabile a seconda del contratto sottoscritto in fase di stipula.

Le polizze miste

Le due tipologie precedenti (polizze vita caso morte e caso vita), possono essere anche combinate in una forma definita mista.

Questo tipo di assicurazione sulla vita permette di garantire una cifra investita agli eredi o allo stesso sottoscrittore. Infatti il premio viene erogato sia in caso di decesso, sia nel caso in cui il contratto assicurativo raggiunga il termine temporale prestabilito.

Altri tipi di polizze vita

Oltre alle tre tipologie già descritte, esistono moltissime altri tipi assicurazioni sulla vita tra i quali scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Tra queste ricordiamo le polizza LTC (long term care).

Questo tipo di polizza garantisce una rendita in caso di perdita dell’autosufficienza da parte dell’assicurato.

Questo tipo di polizza è particolarmente indicata per le persone che vogliono assicurarsi di avere la possibilità di far fronte alle spese mediche ed assistenziali legate alle nuove condizioni fisiche, senza creare un possibile disagio economico alla propria famiglia, al coniuge o chi per essi.

Oltre alle polizze precedenti, è possibile scegliere un’assicurazione vita di previdenza complementare, pensata per integrare l’assegno pensionistico ed aiutare i sottoscrittori a mantenere lo stesso standard di vita tenuto durante la carriera lavorativa. Diversamente da alcuni dei prodotti illustrati in precedenza, la previdenza complementare rappresenta un investimento vero e proprio per il futuro.

A seconda del tipo di occupazione professionale vengono proposti piani differenziati, come ad esempio i Fondi Pensione Aperti, destinati in primo luogo ai lavoratori dipendenti o i Piani Individuali Pensionistici, pensati nello specifico per i liberi professionisti ed i lavoratori autonomi.

Tra le polizze vita tra le quali scegliere sono inoltre presenti le polizze dette “index linked”, che costituiscono prodotti in tutto e per tutto simili agli strumenti di investimento finanziari, in quanto legano il loro andamento a quello degli indici borsistici.

Di analoga tipologia anche le capitalizzazioni, polizze slegate dal verificarsi di un evento o dalla persona fisica di chi sottoscrive l’assicurazione, e che prevedono corresponsione del capitale alla scadenza della polizza stessa. Questi ultimi due prodotti sono indicati soprattutto per le persone più abituate ai prodotti di tipo finanziario, anche se naturalmente non escludono la possibilità di sottoscrizione da parte di tutti gli interessati.

Oltre alla differenza per tipologia, per scegliere un’assicurazione vita devono essere tenuti in considerazione anche altri parametri, come ad esempio la periodicità di versamento del premio, la durata della polizza (nel caso preveda una scadenza) e l’importo del premio da versare, oltre alle clausole specifiche contenute in ogni diverso prodotto assicurativo.

Le Offerte Assicurative Cambiano Quotidianamente. Non Lasciartele Scappare!
Migliore Offerta di Oggi