PIP o Fondo Pensione Aperto?

PIP o Fondo pensione aperto? Quale scegliere tra i due? Quale conviene? PIP o Piani Individuali Pensionistici e i Fondi (aperti e chiusi) rappresentano le diverse tipologie e gli strumenti di gestione del risparmio a cui un lavoratore può aderire volontariamente.

Sia i PIP che i Fondi aperti o non negoziali rappresentano due delle tre tipologie del sistema di previdenza integrativa.

Scopriamo in questa guida quali sono le differenze tra Piani Individuali Pensionistici o PIP e i Fondi Pensione Aperti: scopri quale ti conviene!

Differenza tra PIP e Fondo Pensione Aperto

Per capire la differenza tra PIP o Fondo Pensione è necessario prendere in considerazione chi li istituisce e chi può aderirvi.

I Fondi Pensione Aperti o non negoziali sono costituiti da Banche, Imprese assicurative, SIM (società di intermediazione mobiliare) o SGR (società di gestione del risparmio).

Cosa sono? I fondi non negoziali sono patrimoni autonomi e separati dal resto delle masse gestite dalla società che li istituisce.

Chiunque, indipendentemente dalla situazione lavorativa – anche soggetti non lavoratori, come le casalinghe, gli studenti e i disoccupati – possono aderire ai Fondi pensione aperti.

Come i Fondi Pensione Aperti, anche i PIP, rimanendo a tutti gli effetti delle forme di pensione integrativa, sono dei contratti di assicurazione sulla vita, di ramo I (polizze tradizionali) o ramo III (c.d. polizze Unit-linked), la cui adesione è possibile per qualsiasi soggetto a prescindere dall’attività lavorativa svolta.

Pertanto, tutti i lavoratori (dipendenti, indipendenti e autonomi) e i non titolari di busta paga possono aderire sia ai Fondi Pensione Aperti che ai PIP.

I PIP sono istituiti esclusivamente da imprese assicurative.

Sia nei Fondi Pensione Aperti che nei Piani Individuali Pensionistici il capitale versato dall’aderente costituisce un patrimonio separato dall’attività della società che lo gestisce.

Si tratta di un’importante forma di tutela per gli aderenti: i premi che vengono versati rimangono intaccabili al tentativo di aggressione da parte dei creditori e dal rischio di default del soggetto gestore.

PIP e Fondo Pensione Aperto: modalità di adesione

Come messo in evidenza, chiunque può aderire sia ai Fondi Pensione aperti che ai Piani Individuali Pensionistici. Tuttavia, c’è una differenza sulla modalità di adesione ai due strumenti del sistema di previdenza complementare.

Infatti, l’adesione ai Fondi Pensione Aperti è sia individuale che collettiva (solo per i lavoratori dipendenti del settore privato), mentre l’adesione ai PIP è solo individuale.

Per quanto concerne il conferimento del TFR al Fondo Pensione aperto o al PIP bisogna fare delle precisazioni.

La contribuzione ad un fondo pensione o ad un PIP avviene mediante il versamento periodico di contributi volontari.

Il lavoratore dipendente può conferire il proprio TFR al Fondo Pensione aperto per intero o nella percentuale minima fissata dal contratto collettivo di lavoro di riferimento.

Pertanto, si capisce che se l’adesione al Fondo aperto è collettiva, il versamento del TFR è obbligatorio, mentre rimane facoltativo nel caso di adesione individuale.

Parimenti, per aderire individualmente al Piano Individuale Pensionistico, il conferimento del TFR del lavoratore rimane facoltativo.

Nel caso di adesione individuale ad un PIP o ad un Fondo Pensione Aperto, si può decidere di aderire con o senza conferimento del TFR, dato che non tutti i soggetti aderenti sono dipendenti assunti con contratto di lavoro subordinato.

Fondo Pensione Aperto e PIP: cosa succede se cambio status lavorativo?

Se durante la vita professionale un soggetto cambia il suo status lavorativo, cosa succede?

Sia per il Fondo Pensione aperto sia per un Piano Individuale Pensionistico non cambia nulla.

Infatti, ogni soggetto aderente può continuare a mantenere le tutele derivanti dalla sottoscrizione e proseguire volontariamente beneficiando degli sgravi fiscali.

Ricordiamo, in questa sede, che la contribuzione avviene con il versamento periodico di contributi volontari, i quali possono essere dedotti annualmente dal reddito dichiarato ai fini IRPEF, entro il tetto massimo di Euro 5.164,72.

Trova il miglior fondo pensione

FONDO PENSIONE
CARATTERISTICHE
VOTO / VANTAGGI
PREVENTIVO GRATIS
E-leads (pensione)
  1. Mettiti in contatto con esperti vicino a te
  2. Prenota un appuntamento gratuito
  3. Trova il miglior fondo pensione!
Contatta esperti di zona

Consulenza gratuita e senza impegno

Chiamami Gratis »
Parla al Telefono con Un esperto 📞
Genertellife Pensionline
Scarica scheda di sintesi
  • Tipologia: Caso Vita / Fondo Pensione (PIP)
  • Rendimento: 1,88% gestione separata
  • Costi sottoscrizione: zero
Massima flessibilità: decidi tu quanto versare

Anticipazione della tua posizione fino al 75%

Calcola Gratis »
Cacola Preventivo OnLine

FPA o PIP: quale conviene?

Sulla convenienza derivante dalla sottoscrizione di un Fondo Pensione Aperto o di un Piano Individuale Pensionistico, ogni potenziale aderente può valutare, in base alle proprie diverse esigenze, se aderire all’una o altra forma di previdenza complementare.

Sulla base della diversa propensione ad assumere un rischio di perdita di capitale, ogni soggetto può aderire ad un Fondo Pensione aperto disponibile su differenti linee (azionario, obbligazionario, equilibrato, dinamico, etc.).

Nel caso di adesione ad un Piano Individuale Pensionistico, questa forma di previdenza integrativa funziona allo stesso modo delle polizze vita, ma con prestazioni e vantaggi fiscali tipici dei fondi pensione.

Analogamente alle polizze, gli asset sottostanti ai PIP possono essere fondi interni e patrimoni autonomi investiti principalmente in titoli governativi.

Costi Fondi Pensione Aperti e PIP: quali differenze?

Valutando i costi, sottoscrivere un Piano Individuale Pensionistico è più oneroso. A “pesare” sono i caricamenti applicati direttamente al costo annuo del fondo interno e ai contributi versati.

Per quanto concerne i costi dei Fondi Pensione Aperti, al contrario dei PIP, hanno una struttura più “light”. L’attenzione deve essere posta esclusivamente sulle spese di adesione al FPA e ai costi di gestione annuali.

Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a visionare il sito della Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP) che riporta l’indicatore sintetico dei costi (ISC) per le diverse categorie di fondi pensione.

Per comparare le varie tariffe, puoi richiedere un Preventivo personalizzato.

PIP o Fondo Pensione Aperto?
Vota questo articolo
Le Offerte Assicurative Cambiano Quotidianamente. Non Lasciartele Scappare!